Per intralogistica si intendono i flussi logistici di merci e materiali all’interno delle aree di un’azienda. Rientrano nel settore, per esempio, sistemi di magazzino, macchinari, pacchettizzatori, visione industriale, sensori, robotica, software logistica, analisi dei dati, ecc. L’ambito dell’intralogistica è trasversale a più aree aziendali ed ingloba più responsabili, operatività e quindi anche più tecnologie. L’intralogistica riguarda tutto ciò che accade “dentro”, mentre la logistica si occupa di ciò che “va fuori” dallo stabilimento. Il mercato globale impone alle aziende manifatturiere di aumentare l’efficienza, la flessibilità e la produttività dei propri impianti. L’intralogistica si presenta come uno dei protagonisti cruciali della nuova rivoluzione. Il suo ruolo è centrale e determinante nella totalità dei processi interni.

AUTOMAZIONE DEI PROCESSI INTERNI

Le aziende manifatturiere devono cogliere le tante opportunità offerte legate alla digitalizzazione dei processi aziendali. Nel dettaglio, ecco alcune aree in cui le soluzioni di automazione, identificazione, tracciabilità e dall’interazione uomo-macchina è fondamentale per restare competitivi in un contesto manifatturiero in continua evoluzione.

  • Automazione e velocizzazione grazie a software di analisi, lettura, comprensione (AI)
  • Software di gestione Linee di Produzione
  • Software di comunicazione di/tra ogni singolo device (rulliere, carrelli automatici, impacchettatrici, stampanti, ecc.)
  • Identificazione automatica
  • Tracciabilità e rintracciabilità
  • Analisi flussi movimentazione merce
  • Mappatura persone, macchinari e merce con geolocalizzazione

NON SCORDIAMO LA COMUNICAZIONE TRA/DEI PROCESSI

L’intralogistica è protagonista della nuova rivoluzione digitale. Ogni scelta volta all’innovazione dei processi deve partire dagli aspetti interni (intralogistici). La comunicazione rimane uno degli elementi più cruciali.

L’automazione, la velocizzazione dei processi, l’interazione uomo-macchina diventano di successo solo, e solo se, si è creato il corretto automatismo comunicativo e/o interattivo (tra linee, tra operatori, tra macchine e operatori, tra azienda e fornitori, ecc.). In questo ambito sono spesso gli stessi software di gestione delle linee produttive che:

  • offrono visibilità differenziata in base al profilo
  • inviano warning
  • consentono la comunicazione tra macchinari diversi
  • consentono la guida virtuale di un operatore
  • consentono rintracciabilità e geolocalizzazione esatta
  • ecc.
Ma, esiste un facilitatore della comunicazione interna, si chiama WiFi Enterprise (rete WiFi professionale con gestione accessi, performance e monitoraggio della sicurezza)

MONITORAGGIO, CONTROLLO E TOTALE AUTONOMIA

Come fare a capire se un software è di grande qualità? Lavorando in un mercato in celere trasformazione, il successo si ottiene adattandosi velocemente ai diversi cambi / richieste del mercato.

Per questo motivo, se dobbiamo scegliere un nuovo software per la gestione della produzione / dei fine linea / del magazzino, è fondamentale richiedere tre caratteristiche:

1) Monitoraggio (in grado di dare feedback in tempo reale)
Cosa accade e dove?

2) Controllo (in grado di dare visibilità e gestione parametrizzata sui diversi device collegati)
Come stanno lavorando?

3) Autonomia (in grado di rendere l’operatore indipendente nel modificare i parametri, creare nuovi layout di lavoro, ecc.)
Modifico senza chiamare un softwarista